Marco Bianchi

HPC Architecture Manager, ENI

Conseguita la laurea in Ingegneria Mineraria discutendo una tesi dal titolo Modellazione dello stato di fratturazione di una roccia mediante analisi d’immagine, collabora temporaneamente con il Dipartimento di Valorizzazione delle Materie Prime dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza. Acquisisce contestualmente l’abilitazione professionale. Entra in Eni nell’87, dove opera nel gruppo d’Informatica Tecnico/Scientifica. Matura esperienze di programmazione avanzata su sistemi IBM (mainframe) e Cray. Collabora a progetti di ricerca e progetti applicativi di varia natura in ambito geofisico. Nel ’93, grazie alla partecipazione al progetto Acquisizione sismica 3D in aree abitate, gli viene conferito il Premio Sviluppo Tecnologico istituito da Eni per stimolare l’innovazione e lo sviluppo del know-how. Negli anni successivi, assunta la responsabilità dei Sistemi Centrali Tecnico-scientifici (datacenter), si specializza progressivamente nel disegno di architetture complesse di calcolo, di rete e di storage orientandosi ben presto verso i temi peculiari dell’High Performance Computing (HPC). Nel 2008, introdotta da Eni la figura istituzionale di Knowledge Owner, assume come tale il presidio dell’Area HPC, che mantiene tuttora. Nel 2016 è nominato inoltre HPC Architectures Manager. Nella posizione attuale, alterna all’attività di sviluppo e gestione dell’ambiente HPC, la conduzione di specifici progetti di ricerca volti ad individuare e valutare tecnologie HPC emergenti di potenziale interesse presente o futuro.


Speeches of Marco Bianchi

Intervista

Speech language: Italian

Topics

Machine Learning and Artificial Intelligence


All Speakers

Promosso e organizzato da

Roma Tre
Maker Faire

Con il contributo scientifico di


Under the Patronage
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Main Partner
Eni
Bnl
Acea
Google


Diamond Partner
Hpe

Silver Partner
Data ReplyCerved
Official Taxi
My Taxi

Technical Partner
Iaml Tecnopolo di Roma

Ecosystem Partner
Talent Garden

Community Partner
Machine Learning

Si ringrazia
Car

Media Partner
Il Messaggero

Follow us

   #DataDriven2018