Riccardo Acciai

Garante privacy

Dal giugno 1997 in servizio presso il Garante per la protezione dei dati personali, dove ha ricoperto, fra l'altro, il ruolo di Direttore del Dipartimento Libertà pubbliche e sanità, dell'Unità affari legali, del Dipartimento ricorsi e, attualmente, dei dipartimenti Reti telematiche e Libertà di manifestazione del pensiero. Dal 2005 al 2011 è stato prima direttore generale e poi segretario generale di un ente pubblico nazionale. È stato distaccato per un anno a Bruxelles in qualità di esperto nazionale presso l’Unità protezione dei dati della Commissione europea ed ha prestato servizio per alcuni mesi presso l’Autorità francese di protezione dati (CNIL). E' relatore in numerosi convegni e seminari ed è autore e curatore di diverse pubblicazioni, anche di carattere monografico, in materie pubblicistiche e di protezione dei dati personali. È direttore del Centro studi privacy e Nuove tecnologie (www.centrostudipnt.it).


Speeches di Riccardo Acciai

Tavola rotonda: 5G e Infrastrutture abilitanti

La rete 5G sta velocemente diventando una concreta realtà in Italia, come dimostra anche la realizzazione delle prime sperimentazioni volute dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) in 5 aree metropolitane (Milano, Prato, L’Aquila, Bari e Matera) e l’avvio contemporaneo di altre iniziative a Roma, Milano e Torino. Tali prime realizzazioni prendono spunto, ovviamente, dai requisiti e dalle specifiche tecniche stabilite nei primi standard internazionali di settore, e ci si attende che possano contribuire concretamente sia allo sviluppo di nuovi standard sia alla miglior definizione delle esigenze specifiche del Paese in cui vengono effettuate. L’interesse per le reti 5G è primariamente di ordine tecnologico, in quanto la possibilità di connettere un elevatissimo numero di dispositivi (1 ML/km2) e il livello di prestazioni raggiungibile in termini di capacità trasmissiva e di qualità del servizio consentirà, tra l’altro, di realizzare la ormai tanto attesa IoT (Internet of Things) e, di conseguenza, le “applicazioni” ad essa strettamente collegate (Industria 4.0, eHealth, gestione delle Infrastrutture critiche, etc). La rete 5G, però, non è solo fonte di opportunità, ma anche di legittime preoccupazioni. La pervasività dei servizi che si avvalgono della raccolta e della conseguente elaborazione di informazioni pone nuove sfide in tema di protezione della privacy dei cittadini e della sicurezza delle informazioni critiche per il funzionamento della Nazione. In tale contesto, il nuovo regolamento europeo a protezione della Privacy (GDPR) stabilisce prescrizioni vincolanti, indicando, al contempo, gli strumenti metodologici adeguati per affrontare temi cosi delicati in tema di protezione delle libertà fondamentali. Le finalità della Sessione sono quelle di comprendere maggiormente, da un lato, le concrete opportunità offerte dall’introduzione della rete 5G, e, dall’altro, quelle di evidenziare eventuali aspetti problematici, e le possibili soluzioni, legati alla protezione delle infrastrutture critiche nazionali e alla privacy dei cittadini.

Lingua speech: Italian

Topics


All Speakers

Promosso e organizzato da

Roma Tre
Maker Faire

Con il contributo scientifico di


Con il Patrocinio di
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Main Partner
Eni
Bnl
Acea
Google


Diamond Partner
Hpe

Silver Partner
Data ReplyCerved
Official Taxi
My Taxi

Technical Partner
Iaml Tecnopolo di Roma

Ecosystem Partner
Talent Garden

Community Partner
Machine Learning

Si ringrazia
Car

Media Partner
Il Messaggero

Follow us

   #DataDriven2018